Legislazione

La qualità del prosciutto di San Daniele è stata riconosciuta dallo Stato Italiano fin dal 1970 – prima con la Legge n. 507/1970 e successivamente con la Legge n. 30 del 14 febbraio 1990 – attraverso una specifica norma che ha recepito gli usi leali e costanti della produzione tradizionale, rendendoli obbligatori per legge, anche imponendo sanzioni per i contravventori (prima con Decreto Ministeriale n. 298/1993 e poi anche con il Decreto Ministeriale del 19 novembre 2004 n. 297).

Dal 1996 con il Regolamento CE n. 1107/96 del 12 giugno 1996 il prosciutto di San Daniele è riconosciuto anche dall’Unione Europea come prodotto a Denominazione di Origine Protetta (DOP).

Le caratteristiche distintive dei prodotti DOP contemplano una delimitazione territoriale della zona di origine, mediante la descrizione del prodotto e l’indicazione delle materie prime nonché delle principali caratteristiche fisiche, chimiche, microbiologiche ed organolettiche del prodotto. E’ altresì previsto un sistema di controllo che assicura il rispetto del Disciplinare.

Legislazione.tp