Si è insediato il nuovo Consiglio di Amministrazione del Consorzio del Prosciutto di San Daniele

San Daniele del Friuli, 7 aprile 2011 - Vladimir Dukcevich, 39 anni, Amministratore Delegato della Principe di San Daniele S.p.A., è il nuovo presidente del Consorzio del Prosciutto di San Daniele eletto per acclamazione dal Consiglio di Amministrazione del sodalizio friulano che si è riunito il 7 aprile u.s. Il neo presidente ha già fatto parte del Consiglio di amministrazione del Consorzio come consigliere nel mandato precedente. 

Il Consiglio di Amministrazione è altresì composto da Carlo Dall’Ava e Stefano Fantinel vice-presidenti, Alessio Prolongo, Nicola Levoni, Sandro Gozzi ed Ernesto Bucci consiglieri tutti rappresentanti dei produttori, Ugo Sassi consigliere rappresentante dei macellatori, Sergio Zuccolo e Antonella Di Giorgio consiglieri rappresentanti degli allevatori. 

Il Consiglio era stato eletto il giorno 29 marzo 2011 data in cui si è tenuta a San Daniele del Friuli l’Assemblea generale del Consorzio del prosciutto di San Daniele che ha approvato all’unanimità il bilancio chiuso al 31.12.2010 e ha proceduto al rinnovo delle cariche sociali per il triennio 2011-2013. Proprio nel 2011 ricorre l’anno del 50° anniversario dalla fondazione del Consorzio del prosciutto di San Daniele: 30 giugno 1961 – 30 giugno 2011. Alla luce di tale importante ricorrenza anche il programma di promozione del Consorzio prevede di enfatizzare questa storica occasione per celebrare, nel corso di tutto l’anno, le caratteristiche uniche ed irripetibili del prosciutto di San Daniele e dei suoi Produttori. “Il primo impegno sarà strategico e di fondamentale valore per il comparto del Prosciutto di San Daniele” – dice il neo presidente Dukcevich “ il Consorzio di San Daniele lavorerà insieme agli altri grandi consorzi di tutela italiani per sostenere l’introduzione della “produzione programmata” per i prodotti DOP ed IGP all’interno del cosiddetto “Pacchetto Qualità” attualmente in discussione al Parlamento Europeo. Ci sembra una misura di vitale importanza per una gestione ottimale della produzione nei più importanti settori dei prodotti ad indicazione geografica italiani ”.