ARIA DI FESTA – 30^ EDIZIONE

Happy BirthDOP

Aria di Festa, la quattro giorni di sapori, musica, eventi e spettacoli per  vivere San Daniele e il suo Prosciutto, compie trent’anni.
San Daniele del Friuli si prepara ad accogliere, dal 27 al 30 giugno,  gli amanti del Prosciutto di San Daniele in arrivo da tutta Italia, ma anche dall’estero, per celebrare uno dei prodotti italiani più famosi nel mondo.
Aria di Festa, infatti, non è solo la scoperta dell’irresistibile bontà del San Daniele. È anche approfondimento delle caratteristiche che lo rendono unico (grazie alle visite ai prosciuttifici e alle degustazioni guidate), apprendimento dei modi migliori per esaltarne il sapore usandolo in cucina, tagliandolo e conservandolo nel modo corretto (grazie ai numerosi appuntamenti “formativi” in programma), ed esplorazione del profondo legame di questa DOP con il suo territorio d’origine.
Una festa, insomma, che trasformerà anche quest’anno San Daniele del Friuli in un vero e proprio set a cielo aperto. E in un laboratorio pieno di “buone” sorprese.

Friulano & friends

Anche i vini proposti saranno una vera e propria “festa nella festa”.
In piazza Castello, infatti, aprirà l’Enoteca Friulano & friends. E qui, fra l’ampia scelta dei grandi vini regionali in degustazione per quattro giorni, ci sarà anche un ospite d’eccezione: il Barolo.
Proprio venerdì sera durante l’inaugurazione di Aria di Festa saranno premiati i migliori Friulano individuati dalla selezione Friulano & friends.
La selezione rientra nel programma di un’intera settimana, che anticiperà il taglio della prima fetta e che sarà dedicata ai vini del Friuli Venezia Giulia. Sarà un’autentica full immersion tra degustazioni enogastronomiche e visite alle principali attrazioni turistiche regionali.

Numeri in festa

30 le edizioni di Aria di Festa.
4 i giorni “in festa”.
1 la celebrity che taglierà la prima fetta di San Daniele.
8.000 visite guidate ai prosciuttifici nel 2013.
1.100 presenze a corsi e degustazioni nel 2013.
+30% i visitatori dell’edizione 2013 rispetto al 2012.
+20% i consumi di San Daniele durante la manifestazione nel 2013 rispetto al 2012.
Oltre 2 milioni le fette di Prosciutto tagliate ogni anno.

100% italiani

L’impegno continuo del Consorzio del Prosciutto di San Daniele nel trasmettere i valori di un prodotto naturale, unico e legato al suo territorio sarà condiviso quest’anno con alcuni tra i maggiori prodotti DOP e IGP italiani. Grazie alla collaborazione con AICIG, l’Associazione Italiana Consorzi Indicazione Geografica, i trent’anni di Aria di Festa saranno celebrati infatti dall’arrivo di eccellenze che, come il San Daniele, possono fregiarsi di essere made in Italy rigorosamente tutelati: Aceto Balsamico di Modena, Gorgonzola, Grana Padano, Mozzarella di Bufala Campana, tre grandi Oli Extravergine di Oliva quali il Chianti Classico, Val di Mazara e Riviera Ligure, Oliva La Bella della Daunia, Pane di Altamura, Pomodoro di Pachino, Provolone Valpadana e Taleggio.
Un incontro di prodotti top-level che potranno essere degustati a San Daniele del Friuli, ma anche un’occasione per approfondire la conoscenza dei metodi di lavorazione di queste DOP e IGP, della totale naturalità dei loro ingredienti e del rigoroso controllo della filiera esclusivamente italiana.

Buona cultura

Il San Daniele diventa sinonimo di bien vivre. Sabato 28 giugno al Parco del Castello sette artisti interverranno all’Elogio del Prosciutto: un vero e proprio convivio sull’ “insostenibile attrazione” che il cibo esercita su tutti noi e sul suo potere di avvicinare le persone. Il noto “giocatore di parole” e scrittore Stefano Bartezzaghi, il cabarettista Leonardo Manera, l’inimitabile interprete dell’improvvisazione vocale Gegè Telesforo, la scrittrice Antonella Sbuelz, il critico teatrale Masolino D’Amico, il duo cabarettistico Andrea Collavino e Piero Sidoti e lo scrittore e medioevalista Angelo Floramo racconteranno, tra musica, poesie e letture, la loro idea del buon vivere… e del buon prosciutto.
Domenica 29 giugno alle 16:00, invece, sempre al Parco del Castello, “Star bene si può. Come, dove e quando?”: una chiacchierata sulle condizioni della qualità della vita in Friuli tra luoghi comuni, verità, ipotesi, prospettive e speranze.
In collaborazione con LeggerMente.